Accesso rapido:




Potrebbero interessarti anche: Sacra di San Michele Abbazia di Novalesa

Sacri monti, abbazie e chiese

I luoghi piemontesi della Fede e della Spiritualità

Il Piemonte nel medioevo ha visto un'incredibile fioritura di abbazie, chiese e monasteri, grazie soprattutto alla sua posizione di transito lungo la Via Francigena.
Nell'Astigiano, poi, grazie allo splendore dell'epoca dei marchesi, possiamo trovare un interessante circuito di chiese romaniche.
 
I sette Sacri Monti del Piemonte, veri gioielli di storia, arte e natura, sono inseriti nel sistema delle Aree protette della Regione Piemonte, che provvede alla loro conservazione storica-artistica, alla manutenzione e alla tutela dell’ambiente circostante.
 
Abbazie e Chiese
Nella Valle di Susa  lungo la strada maestra per la Francia, troviamo l’Abbazia di Novalesa, ancora oggi abitata da otto monaci benedettini che con la loro foresteria offrono ristoro spirituale ai viaggiatori che vi giungono come moderni pellegrini.
 
Anche l'imponente Sacra di San Michele, simbolo del Piemonte, si trova lungo la Via Francigena all’inizio della Valle di Susa aggrappata alla cima del monte Pirchiriano. Qui anche il più laico dei visitatori cede alla sacralità che pervade l’abbazia dedicata all’arcangelo San Michele.
 
Sempre su uno dei percorsi della Via Francigena, s’incontra un altro grande complesso monastico: l’Abbazia di Sant’ Antonio di Ranverso, affidata ai monaci Antoniani, votati alla cura del cosiddetto "fuoco di Sant'Antonio", una delle piaghe più diffuse del mondo medievale, per il cui sollievo era stato realizzato, nell’ambito del complesso, il notevole "Ospedale”. 
 
All’interno del ricco circuito delle numerose chiese romaniche dell’Astigiano, il complesso monastico più rilevante è senza dubbio l’Abbazia di Santa Maria di Vezzolano, il cui rimarchevole apparato architettonico si inserisce perfettamente nell’armonico paesaggio circostante. La facciata in cotto e arenaria, compositivamente e decorativamente di eccezionale completezza, precede uno dei più bei pontili, riccamente decorato di statuaria, del medioevo piemontese.
 
Un’altra tappa obbligata attraverso i luoghi della spiritualità è l'Abbazia di Santa Maria di Staffarda, nel cuneese, sulla strada da Saluzzo e Pinerolo. Fondata nella prima metà del secolo XII (donazione del terreno nel 1135 ad opera di Manfredo I, marchese di Saluzzo) dai monaci Cistercensi, il complesso abbaziale comprende la chiesa con l'elegante chiostro a colonnine, gli edifici monastici, il cosiddetto mercato coperto e le annesse nove cascine, sistema agricolo di assoluta preminenza.

I Sacri Monti
"I Sacri Monti sono gruppi di cappelle e altri manufatti architettonici eretti fra il XVI e il XVII secolo, dedicati a differenti aspetti della fede cristiana. In aggiunta al loro significato simbolico e spirituale, possiedono notevoli doti di bellezza, virtù e gradevolezza, e risultano integrati in un ambiente naturale e paesaggistico di colline, boschi e laghi. Contengono inoltre reperti artistici molto importanti come affreschi e statue”.
Con questa motivazione, nel 2003 l’UNESCO ha iscritto il sito "Sacri Monti del Piemonte” nella Lista del Patrimonio Mondiale.
 
Pregevoli esempi di architettura del paesaggio, i sacri monti presentano cappelle con statue, dipinti, affreschi raffiguranti episodi e misteri della vita sacra e costituiscono un importante punto d’incontro per i fedeli e i cultori dell’arte.
 
I sette Sacri Monti del Piemonte, veri gioielli di storia, arte e natura, sono inseriti nel sistema delle Aree protette della Regione Piemonte, che provvede alla loro conservazione storica-artistica, alla manutenzione e alla tutela dell’ambiente circostante.
 
Sacro Monte di Belmonte (Canavese, Torino)
Il complesso monumentale del Sacro Monte di Belmonte comprende un santuario di origine medievale e tredici cappelle dedicate alla Passione di Cristo.
 
Sacro Monte di Crea (Monferrato, Alessandria)
Formato da ventitre cappelle, il Sacro Monte di Crea è dedicato ai misteri della vita della Vergine e al trionfo della Madonna.
 
Sacro Monte Calvario di Domodossola
Il Sacro Monte di Domodossola è composto da quindici cappelle che si snodano dal centro abitato di Domodossola al colle di Mattarella e consentono ai pellegrini di rivivere la Passione di Cristo in una sorta di biblia pauperum.
 
Sacro Monte della S.S. Trinità di Ghiffa (Lago Maggiore, Verbano Cusio Ossola)
Rimasto incompiuto, il Sacro Monte di Ghiffa presenta tre cappelle principali dedicate a soggetti biblici, e altre due cappellette minori, corpo unico con il santuario e il porticato della Via Crucis.
 
Sacro Monte di Oropa (Biella)
Considerato il più importante luogo di culto mariano dell’arco alpino, il Sacro Monte di Oropa è composto da dodici cappelle dedicate alla vita della Vergine.
 
Sacro Monte di Orta (Lago d'Orta)
Dedicato a san Francesco d’Assisi, il Sacro Monte di Orta presenta venti cappelle che ripercorrono episodi della vita del santo.
 
Sacro Monte di Varallo (Valsesia, Vercelli)
Composto da una basilica e da quarantacinque cappelle affrescate e popolate da oltre ottocento statue, il Sacro Monte di Varallo, detto anche "La Nuova Gerusalemme" è il più antico e il più importante Sacro Monte dell’arco alpino.

Stampa questa pagina (Sacri monti, abbazie e chiese) Si aprirà  una nuova finestra. Richiedi informazioni (Sacri monti, abbazie e chiese).

Share this page:

Ricerca offerte

Collabora con noi Inserisci la tua struttura