Accesso rapido:




Parchi e natura

Il luogo ideale per escursioni e passeggiate

Parco Naturale dell’Alta Valsesia
Il parco si estende su una parte importante della Valgrande, della Val Mastallone e della Val Sermenza, coprendo quasi tutta la parte alta del bacino idrografico del Sesia. è l’area protetta più alta d’Europa, visto che arriva fino ai 4559 metri della Punta Gnifetti, sul Monte Rosa. Parco alpino per eccellenza, presenta la flora tipica del paesaggio alpino, con muschi e licheni ad alte quote, per arrivare a boschi di larici verso valle. Ospiti di queste zone sono stambecchi, caprioli, camosci, ma anche marmotte, ermellini, volpi, martore, donnole, lepri variabili, scoiattoli e altri piccoli roditori.

Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte
Si tratta di un‘area molto particolare e difficilmente definibile, un territorio che presenta molteplici motivi di interesse: oltre al complesso di sculture e affreschi custodito nelle numerose cappelle che costituiscono il complesso architettonico attorno alla basilica, è bene tener conto anche dell’aspetto naturalistico rappresentato dal giardino rinascimentale, eredità dei secoli passati. La copertura forestale è stata quasi completamente ricostituita, come anche la componente floricola,che conta ad oggi più di 400 specie. Luogo di culto, enorme museo all’aperto, area protetta sono alcune delle formule utilizzate per descrivere questo splendido luogo.

Parco del Monte Fenera
A cavallo tra la provincia di Vercelli e quella di Novara, prende il nome dal massiccio montuoso che domina la bassa Valsesia, all’altezza di Borgosesia. Molto importante per i ritrovamenti preistorici effettuati in alcune delle cavità di origine carsica, questa zona è popolata dall’uomo sin dai tempi del Paleolitico Medio. Gran parte dell’area protetta è coperta da boschi con una preponderante presenza di castagni, affiancati da
frassini, farnie, rovere, cerri, betulle, aceri, pioppi tremoli, ciliegi selvatici, salici e sorbi montani. Picchi, tortore, falchi, martore, lepri, ghiri e altre specie animali vivono all’interno del Parco.

Ente Parco Lame del Sesia e riserve
Attraversato dal fiume Sesia, questo parco è una fonte di splendide sorprese. Luogo particolarmente gradevole in ogni periodo dell’anno, è conosciuto soprattutto per le numerose specie di uccelli che vi abitano. Aironi cenerini, garzette, ibis sacri, spatole, nitticore, aironi guardiabuoi sono solo alcuni degli splendidi uccelli che si possono avvistare nel parco o nelle riserve speciali ad esso legate.

Luoghi splendidi per fare tranquille passeggiate, o perfetti per gli amanti del birdwatching. Vi consigliamo di andare alla scoperta delle numerose possibilità di fruizione di questo parco.

Parco del Bosco delle Sorti della Partecipanza di Trino
Ultimo residuo della foresta planiziale che copriva buona parte della bassa vercellese nei secoli passati, è un piccolo gioiello giunto fino a noi grazie alla gestione oculata dei partecipanti, cioè alle famiglie che da secoli si preoccupano del bosco. Pioppi e querce sono tra gli alberi più diffusi, mentre la robinia occupa buona parte del sottobosco. Se volete saperne di più, gli itinerari che gravitano su Trino sono il metodo migliore per raccogliere alcune informazioni.

Parco fluviale del Po tratto vercellese/alessandrino
Buona parte del confine meridionale della nostra provincia è tracciato dal grande fiume. Il Po segna una chiara distinzione tra la sponda sinistra occupata dalla pianura e dalle risaie e la sponda destra, dove cominciano le colline del Monferrato, in territorio alessandrino. Le opportunità per scoprire questo tratto fluviale sono numerose, con qualsiasi mezzo di trasporto. Da Crescentino a Trino, passando per Fontanetto Po e Palazzolo, non resta altro che seguire il corso del fiume ed ammirare il paesaggio circostante…

Riserva naturale orientata delle Baragge
La Baraggia è un’area compresa fra le Province di Vercelli, Biella e Novara, caratterizzata da un bosco rado di querce, betulle e carpini. Questo tipo di ambiente naturale è stato man mano ridotto a poche isole a causa delle importanti opere di bonifica necessarie alla coltura del riso, ma è ancora ben visibile nelle zone vicine all’area collinare attorno a Gattinara, in particolare nel territorio dei comuni di Lenta, Rovasenda e nei tre comuni vinicoli di Lozzolo, Roasio e Gattinara.

Oasi Faunistica WWF

Località: BELLINZAGO NOVARESE (NO)

Parco Faunistico La Torbiera Località: AGRATE CONTURBIA (NO)

PARCHI E RISERVE NATURALI
Parco Naturale Lame della Sesia
(Riserva Naturale della Palude di Casalbeltrame) Località: CASALBELTRAME (NO)

Parco Naturale Monte Fenera Località: GRIGNASCO (NO)

Parco Naturale Valle del Ticino Località: CAMERI (NO)


Stampa questa pagina (Parchi e natura) Si aprirà  una nuova finestra. Richiedi informazioni (Parchi e natura).

Share this page:

Ricerca offerte

Collabora con noi Inserisci la tua struttura