Accesso rapido:





Museo del Risorgimento

Palazzo Carignano. Via Accademia delle Scienze 5

Tappa essenziale per una vacanza a Torino, prima capitale del regno d'Italia, è sicuramente il Museo Nazionale del Risorgimento, tra i più importanti musei storici italiani e unico ad avere la qualifica di "nazionale".

Il Museo offre un'ottima occasione per ripercorrere le travagliate tappe che portarono all'unità d'Italia proprio nel 150˚anniversario dell'unificazione nazionale.

Lo sguardo storico che il Museo apre documenta un periodo molto ampio della storia d'Italia abbracciando i più salienti avvenimenti dal 1706 al 1945.

Partendo dal Risorgimento si passa attraverso la Grande Guerra per arrivare ad un'intera sezione dedicata alla Resistenza, all'Antifascismo e ai movimenti operai.

Inizialmente accolto nei locali della Mole Antonelliana, il Museo trova sede definitiva nel 1938 nel Palazzo Carignano, capolavoro barocco di Guarino Guarini.

L'edificio, ricco di storia, è una delle più prestigiose strutture architettoniche tra le Residenze Sabaude. Dopo essere stato dimora dei principi di Carignano, ha ospitato nel 1848 la Camera dei Deputati del Parlamento subalpino e nel 1861 il primo Parlamento dello Stato Italiano.

 

Le 26 sale del Museo, disposte in ordine cronologico, vi accompagneranno in un suggestivo viaggio in cui potrete ammirare ricostruzioni di ambienti, documenti, proclami, libri e altri cimeli affiancati da opere d'arte, tra cui le 106 preziose tempere su carta di Carlo Bossoli.

Tra le principali attrazioni la Camera dei Deputati del parlamento piemontese, l'arredo della stanza in cui morì ad Oporto il re Carlo Alberto di Savoia ricostruito con mobili e oggetti originali e lo studio ministeriale di Camillo Benso, conte di Cavour.

Ad arricchire la documentazione, reperti che riguardano i moti rivoluzionari del 1821, il lavoro diplomatico e politico di Cavour e ancora le vicende di Giuseppe Garibaldi.

Di particolare interesse per la storia italiana più vicina ai giorni nostri è la Galleria della Resistenza: oggetti e cimeli come le divise dei deportati nei campi di concentramento e la sedia dei martiri del Martinetto testimoniano la Resistenza sia nei suoi aspetti eroici che quotidiani.

Stralci di vita partigiana e documenti che attestano l'organizzazione del Comitato di Liberazione Nazionale (C.L.N.) vi aspettano per raccontarvi qualcosa di più sul nostro recente passato.

La Biblioteca specialistica del Museo è una delle più fornite in Italia e offre una dettagliata documentazione sugli aspetti politici, storici, diplomatici e militari del nostro paese tra la fine del XVIII secolo e la Prima Guerra Mondiale.

Saranno a vostra disposizione le prime edizioni delle fondamentali opere di letteratura italiana: da Il Misogallo di Vittorio Alfieri a Dei delitti e delle pene di Cesare Beccaria, integrate dalle opere complete dei più grandi pensatori politici dell'epoca: Gioberti, Cavour, Mazzini e tanti altri.

 

A completare la ricca documentazione contribuiscono poi un archivio documentario e un gabinetto delle stampe.

Non vi resta che avventurarvi nel passato.

Stampa questa pagina (Museo del Risorgimento) Si aprirà  una nuova finestra. Richiedi informazioni (Museo del Risorgimento).

Share this page:

Ricerca offerte

Collabora con noi Inserisci la tua struttura